Come vestirsi per essere convincenti fin dalla prima impressione.

Una sola possibilità.

Si sa, l’abito fa il monaco. Potrebbe sembrare un’affermazione superficiale, eppure è innegabile che l’essere umano basa la sua prima impressione degli altri sul loro aspetto esteriore.

Diversi studi hanno infatti confermato che al cervello umano bastano pochissimi secondi per crearsi un’opinione sulla persona che ha di fronte, grazie principalmente ai primi stimoli visivi che ne riceve, ovvero l’aspetto fisico e l’abbigliamento.

Per questo per un uomo di stile è importante sapere come vestirsi per fare fin da subito una buona impressione, soprattutto in occasioni quali un colloquio di lavoro o un incontro galante in cui è necessario abbattere rapidamente la barriera della diffidenza.

Questo significa puntare su un abbigliamento che comunichi un messaggio ben preciso: sono l’uomo giusto, nel posto e nel momento giusto.

La scelta di ciò che indossiamo deve presentarci e distinguerci, quasi come fosse un biglietto da visita.

Vediamo, dunque, nel dettaglio come conquistare l’attenzione e la fiducia degli altri presentandoci al meglio.

Quale abbigliamento maschile scegliere per fare una buona impressione in ogni occasione?

Che tu debba sottoporti ad un colloquio di lavoro, presenziare ad una riunione con colleghi o clienti o approcciare una bella fanciulla, quello che indossi deve comunicare agli altri che sei sicuro di te, perfettamente a tuo agio e spontaneo, seppur curato e attento ai dettagli.

Il look maschile ideale per ottenere tutto ciò è il business casual.

Non si tratta di una contraddizione, quanto piuttosto di una rivisitazione in chiave attuale del classico abbigliamento dell’uomo d’affari. Pur conservando sobrietà, qualità ed eleganza, infatti, lo stile business casual strizza l’occhio alla dinamicità della vita moderna ed esprime una sicurezza sincera, priva di trucchi e pretese.

Come vestire business casual?

L’abbigliamento business casual da uomo consente qualche tocco di informalità all’interno di uno stile elegante e formale.

Giacca e cravatta lasciano così il posto a camicie a tinta unita o con fantasie molto semplici, magari abbinate ad un maglioncino con scollo a V o a girocollo, in cashmere o cotone. Tuttavia, se il ruolo professionale lo consente, è possibile addirittura optare per una polo, purché si ponga la dovuta attenzione agli abbinamenti dei colori e che non sia di una tinta troppo accesa e sgargiante.

I pantaloni dell’abito classico da uomo possono essere sostituiti da dei pantaloni chino in cotone senza pieghe, o da un jeans dalla linea dritta e di colore scuro o comunque non slavato. 

Per le scarpe consigliamo l’uso di mocassini o le più casual slip-on. Persino le sneakers possono essere ammesse, a patto che si mantenga sempre un giusto equilibrio tra formalità ed informalità.

Ricorda sempre che, affinché il tuo abbigliamento business casual ti permetta di fare una buona impressione sul lavoro o nella tua vita sociale, devi comunque porre molta attenzione alla qualità e alla cura dei singoli indumenti che devono essere sempre perfettamente puliti e stirati.

Se ti è piaciuto questo articolo, lascia la tua opinione e metti “mi piace” sulla nostra pagina Facebook tobeuncommonman.