I guanti in pelle.

Il loro fascino non ha tempo.

Nati per proteggere le mani dal freddo, oggi sono parte integrante del look maschile ed oltre all’aspetto pratico aggiungono un tocco in più all’outfit autunnale ed invernale.

In commercio possiamo trovarli di diversi modelli e con diversi materiali, da quelli senza dita a quelli in lana, da quelli a manopola a quelli in tessuti adatti allo sport.

Noi vogliamo parlarti di quelli più eleganti ed amati dagli uomini, i guanti in pelle.

In questo articolo vedremo le caratteristiche che devono avere sia internamente che esternamente per essere all’altezza di un vero gentleman e come comportarci al momento in cui li indossiamo.

Le pelli utilizzate per produrle sono molte, tra cui quella di suino, di cervo, di pecora, di agnello, di mucca, ecc. Se ne vogliamo una di qualità, dobbiamo assicurarci che sia omogenea, poco porosa e che non abbia troppe grinze perché sono sinonimo di una non eccelsa qualità. Sicuramente quelle più eleganti sono in pelle nera o color tabacco, da abbinare sempre al colore della scarpa.

I guanti vanno trattati e mantenuti bene, in questo modo dureranno più a lungo e avranno quel fascino che solo la pelle usata sa dare. Perché i guanti siano di qualità, dobbiamo osservare anche i punti di cucitura, che devono essere regolari e ben distanziati tra loro. Le cuciture inoltre, devono essere vicino ai contorni e non sulla parte delle dita, questo li renderà più comodi e assieme alla cucitura alla base del pollice, permetterà ai guanti di adattarsi meglio alla forma della mano. 

Se il rivestimento esterno ha un’importanza puramente estetica, l’interno è più funzionale, infatti è quello che ci permette di mantenere le mani calde. Per la fodera, sconsigliamo il tessuto sintetico perché fa sudare la mano ed il cotone perché non trattiene il colore. Ottima la lana, la seta ed il cachemire perché mantengono la mano calda. Inoltre deve essere ben fissata su tutto il guanto, per verificare che sia cucita correttamente ti basta rivoltarlo, e seguire la forma della mano. Infatti più il guanto è aderente alla mano, meno infiltrazioni d’aria avrò e considerando che la pelle elastica e tende a cedere, meglio scegliere una misura più stretta al momento dell’acquisto.

Per una maggiore protezione è preferibile un guanto con banda o elastico di fissaggio, che stringe alla base del polso e abbastanza lungo per rimanere coperto dalla manica del cappotto.

Infine dopo esserci occupati dell’aspetto estetico di quello funzionale, vediamo alcune regole che deve seguire un vero gentleman quando indossa i guanti.

  • A differenza delle donne, la stretta di mano va data a mano nuda e non con il guanto. Quindi sfilate sempre il guanto destro con la mano sinistra e dopo aver stretto la mano, sfilate anche l’altro.
  • I guanti vanno riposti assieme al cappotto, al soprabito o alla giacca.
  • Non sfilare mai i guanti con i denti. Se hai entrambe le mani occupate, riponi ciò che hai tra le mani e successivamente sfila i guanti.
  • I guanti devono essere abbinati al colore delle scarpe.
  • Sfila i guanti in tutti luoghi dove necessario per le mani libere.
  • Se scegli quelli con il bottone, ricorda che non va mai allacciato.

I guanti in pelle devono essere presenti negli armadi di tutti gli uomini eleganti e dallo stile ricercato. Portali abbinati al tuo abbigliamento, puliti ed in ordine.

Renderanno le tue mani calde è il tuo outfit sicuramente più elegante.

Se ti è piaciuto questo articolo, lascia la tua opinione e metti “mi piace” sulla nostra pagina Facebook tobeuncommonman.