Il dress-code giusto per ogni tipo di lavoro

Quale outfit scegliere a seconda della propria professione

Abbiamo già affrontato il tema dell’abbigliamento maschile da ufficio fornendoti degli spunti su come creare un perfetto stile business casual. Oggi, però, vogliamo analizzare ancora più a fondo l’argomento. Per noi di To Be Uncommon Man, infatti, sono innanzitutto l’occasione e le circostanze a dettare il dress code maschile e, dato che non tutti frequentano lo stesso ambiente di lavoro, è bene fare delle distinzioni nella scelta del giusto abbigliamento uomo da ufficio.

La prima cosa da fare, quando si parla di outfit a lavoro, è considerare il livello di formalità che la propria professione richiede. Vediamo quindi insieme come questo aspetto dovrebbe influenzare la scelta del vostro stile in ufficio.

Dress code formale

Se lavori presso uno studio di avvocati, se sei un notaio o dirigente di banca o ancora manager di una prestigiosa azienda, vien da sé che il tuo abbigliamento dovrà sempre essere formale ed elegante. Ci riferiamo ad un’eleganza maschile basata su capi classici, tessuti di pregio nonché fantasie ed abbinamenti sobri e rigorosi. Giacca sartoriale (anche doppiopetto), camicia e cravatta in questo caso non possono mancare mai. Prediligi fantasie classiche per i tuoi abiti, come il gessato, il Principe di Galles e lo spinato. Scegli solo camicie di alta qualità ed assicurati che siano sempre perfettamente stirate ed in ordine. Abbinale quindi a cravatte a tinta unita o con disegni piccoli e poco appariscenti. Ovviamente anche le scarpe dovranno essere sempre eleganti e ben curate.

Business Casual

Se invece lavori per un’azienda, probabilmente il dress code richiesto (anche se implicitamente) è più informale anche se comunque sobrio ed ordinato. Per fugare ogni dubbio, il consiglio che ti diamo è quello di chiederti se non risulteresti fuori luogo ed eccessivamente formale se ti recassi in ufficio con la A seconda del tuo ruolo, dovresti quindi comprendere nel tuo outfit giacca o blazer abbinati a una camicia a fantasia o a tinta unita e a pantaloni chino o jeans. Ammessi anche maglioncini a V da indossare da soli sopra la camicia, oppure sotto il blazer o la giacca. Come scarpe, puoi optare per delle slip-on o dei mocassini, così come delle scarpe chiuse.

Casual

Lo stile casual, quello più informale e rilassato, si presta molto bene invece agli ambiti di lavoro più giovanili o creativi, come ad esempio agenzie di grafica o web design e le innovative start up. Jeans, sneakers, maglioni e felpe in questo caso non solo sono concessi, ma contribuiscono a trasmettere quell’immagine dinamica e creativa che induce il tuo interlocutore a considerarti un talentuoso esperto del settore. Ricorda sempre però che casual non è sinonimo di trascuratezza e di look trasandato. I capi scelti dovranno essere comunque di qualità e andranno abbinati con stile. Si tratta comunque di lavoro, quindi per apparire professionale evita jeans strappati ed un look adolescenziale.

Adesso che ti abbiamo presentato tutte le sfumature del giusto abbigliamento da ufficio, non dovresti più avere dubbi su come vestirti per fare sempre bella impressione sul posto di lavoro!

Se ti è piaciuto questo articolo, lascia la tua opinione e metti “mi piace” sulla nostra pagina Facebook tobeuncommonman.