La carta non è morta.

Non è un Kindle e non è un iPad. È proprio quello su cui hai sempre amato scrivere.

La carta non è morta. La carta è diversa. La carta si è evoluta. Dai papiri a quella da scrivere, da quella riciclata a quella digitale. Ogni volta che hai un’idea la scrivi su un foglio di carta che sia un post-it, un taccuino o addirittura un tovagliolo.

Il mondo di oggi è un luogo frenetico di una tecnologia in continua evoluzione che richiede sempre più tempo e attenzione. Siamo bombardati da un flusso continuo di comunicazioni, promemoria, tweets ed e-mail. Sono talmente tante che rendono quasi impossibile concentrarsi e con la loro intelligenza artificiale stanno facendo in modo di farci pensare il meno possibile.

La proliferazione dei dispositivi elettronici nella vita quotidiana ha portato ad una crisi di scrittura, a mano, internazionale. Gli insegnanti, i genitori ed i politici di tutto il mondo stanno discutendo del perché dovrebbero preoccuparsi del tempo trascorso insegnando ciò che alcuni definiscono “un’abilità datata”.

Si dice che nell’era dei computer non abbiamo bisogno di scrivere a mano. Non è quello che dimostra questa ricerca. “Quello che abbiamo scoperto è che i bambini scrivono più parole, più velocemente ed esprimono molte più idee quando usano la scrittura a mano a differenza di quando usano la tastiera”, questo ha spiegato il professor Berninger dell’Università di Washington al Washington Post. Un esperto leader nel campo della ricerca sull’insegnamento della scrittura a mano, il lavoro di Berninger con gli studenti della scuola elementare indica che la scrittura a mano migliora la capacità dei bambini di pensare.

Chiunque può trarre beneficio dai benefici dalla scrittura a mano.Studi scientifici, su bambini e adulti, dimostrano che la manipolazione di una penna quando si prende appunti, piuttosto che la digitazione, è associata a una migliore conservazione a lungo termine di informazioni , una migliore organizzazione di pensiero e una maggiore capacità di generare idee.

Insomma, la carta è diversa, è l’ultimo strumento per pensare. Ci permette di leggere, scrivere e disegnare senza distrazioni. Ci aiuta nella concentrazione. Ma la carta ha le sue limitazioni. È scollegata dal mondo digitale, quindi la usiamo meno. La carta è anche difficile da tenere in ordine ed impossibile da condividere. Scivola via dalla nostra scrivania e non è rispettosa dell’ambiente.

La reMarkable è un’azienda che ha trascorso gli ultimi tre anni a sviluppare e perfezionare una tavoletta di carta digitale innovativa che fornisce l’esperienza di una carta reale e tuttavia è ancora collegata al mondo digitale.

A differenza della carta tradizionale, il reMarkable si connette al mondo digitale quando ne hai bisogno.Puoi scrivere i tuoi pensieri, siano essi parole o schizzi, vengono sincronizzati immediatamente al servizio cloud di reMarkable e resi disponibili su tutti i dispositivi. I documenti e gli ebook sono facilmente trasferibili per la lettura e la revisione con la penna in mano.

ReMarkable è lo strumento digitale che più si avvicina alla carta.

Se vuoi riscoprire il gusto della scrittura a mano nell’era digitale, adesso non hai più scuse.

Ulteriori informazioni le puoi trovare sul sito: ww.remarkable.com

Se ti è piaciuto questo articolo, lascia la tua opinione e metti “mi piace” sulla nostra pagina Facebook tobeuncommonman.