Sbagliare dress code, ovvero l’importanza del saper valutare l’occasione.

Le conseguenze negative dello scegliere un abbigliamento non adatto all’evento.

Per avere classe non è sufficiente scegliere capi di buona fattura, saperli abbinare e selezionare in base alla propria corporatura. A costo di diventare ripetitivi, vogliamo ricordarti l’importanza di costruire il tuo outfit a partire dalla consapevolezza del tipo di evento a cui andrai a partecipare.

Presentarsi con un abbigliamento non consono all’occasione non solo potrebbe mandare all’aria mesi di attenta costruzione della tua immagine, ma rischia di farti sentire in imbarazzo per tutta la durata dell’evento… una vera tortura!

Analizziamo insieme quali sono i possibili scenari di un dress code non adatto all’occasione!

Dress code troppo elegante: quando il troppo stroppia

Mettiamo caso che tu sia invitato ad un matrimonio di un certo livello che si svolgerà di giorno. Trattandosi di un’occasione formale e sapendo che gli sposi hanno uno stile di vita piuttosto elevato e solitamente prediligono contesti di classe, per non sfigurare pensi subito a un abbigliamento molto elegante.

Nel timore di non sentirti “abbastanza” e sulla scia dei matrimoni visti in tv, decidi che lo smoking potrebbe proprio far emergere la tua figura. Arriva il gran giorno e tu pulito, pettinato e con il tuo elegantissimo smoking nero ti presenti alla  cerimonia. Immediatamente ti senti gli sguardi degli invitati addosso, intercetti anche qualche sorrisetto sarcastico e commenti bisbigliati nelle orecchie. Ti guardi intorno e noti che nessun altro indossa lo smoking, che sei l’unico uomo ad essere vestito di nero e che l’outfit più diffuso è composto da un elegante ma sobrio abito grigio o blu. Arrivano gli sposi e scopri che lui indossa un tight grigio…. percepisci di aver sbagliato qualcosa: tu, un semplice invitato, senza neppure il ruolo di testimone, indossi un abito più formale e rigoroso di quello dello sposo! Il nero del tuo smoking spicca tra i colori più tenui degli altri invitati facendoti apparire un corvo… ed i corvi poco si addicono ai matrimoni, considerando che normalmente sono le colombe bianche ad incorniciare l’immagine degli sposi!

Ecco, da questo momento fino alla fine della cerimonia ti sentirai completamente a disagio, per tutto il tempo avrai la sensazione che gli altri invitati stiano commentando con disapprovazione il tuo abbigliamento e ti terrai lontano dallo sposo per evitare che la vicinanza a lui possa mettere ancora più in risalto il tuo madornale errore. Insomma, immagine compromessa e giornata rovinata!

Dress code troppo casual: vorrei ma non posso

Ora immagina un altro scenario: devi partecipare ad una cena aziendale. Non si tratta della cena di Natale con i tuoi colleghi, bensì una cena di rappresentanza a cui sono invitati dei potenziali finanziatori. Devi scegliere cosa indosserai. Sei un tipo alla moda, aggiornato sulle ultime tendenze ed hai sentito spesso parlare di come lo stile smart casual possa farti apparire una persona disinvolta e dinamica. Si parla tanto di flessibilità… sicuramente un outfit smart casual potrebbe farti sembrare un elemento vincente dell’azienda la quale apparirà agli occhi dei finanziatori come una realtà giovane su cui vale la pena investire. Indossi una camicia a righe, dei pantaloni chino e delle slip on casual, e soddisfatto ti rechi alla cena. Peccato che al tuo arrivo ti rendi conto che il tuo capo, i colleghi ed i finanziatori stessi indossano tutti abiti sartoriali, camicia a tinta unita e calzano per lo più derby ben lucidate. Comprendi subito che la tua scelta non sarà apprezzata dal tuo capo che ti squadrerà dall’alto in basso con sguardo severo. I colleghi ti salutano visibilmente imbarazzati ed i finanziatori sembrano negativamente colpiti. Per tutta la cena cerchi di non farti notare e metti a tacere la tua consueta piacevole parlantina nella speranza che questa tortura giunga presto al termine.

Ti abbiamo dato un’idea delle conseguenze negative che può comportare la scelta di un outfit non adatto all’occasione? Ti sei mai trovato a vivere una di queste situazioni sulla tua pelle? Raccontaci come è andata e cosa hai imparato!

Se ti è piaciuto questo articolo, lascia la tua opinione e metti “mi piace” sulla nostra pagina Facebook tobeuncommonman.