Un modello per ogni occasione.

Scarpe abito uomo: a ciascuno le sue.

Uno degli accessori fondamentali nel guardaroba di un uomo, sono senza dubbio le calzature. Guardando le scarpe di un uomo, potrai capire subito se si tratta di un Signore o di un Signore elegante. L’obiettivo di questo articolo è quello di dare una panoramica delle opzioni che ha un uomo quando si parla di calzature, spiegare come indossarle e quando. Una scarpa di qualità adeguata è un investimento intelligente e la scelta delle scarpe giuste per l’occasione, può sostanzialmente elevare il tuo stile personale e il tuo comfort.

Perché preoccuparti delle tue scarpe?

Un uomo dovrebbe preoccuparsi della sua calzatura, se non altro per il fatto che costituisce la base d’appoggio del nostro corpo per la maggior parte della giornata. Infatti mediamente, chiederai alle scarpe di assorbire la forza del tuo peso circa 3000 volte al giorno. Una scelta scadente, può portare dolore ad ogni passo che facciamo, specialmente se acquistiamo scarpe scomode o che non ammortizzano il peso del nostro corpo durante il giorno.

Poi c’è l’aspetto estetico. Le scarpe da abito di un uomo, infatti, sono in grado di definire una persona, il suo stile, il suo carattere, la sua personalità, nonostante coprano solo il 5% del suo corpo.

Idealmente si dovrebbero scegliere calzature sia funzionali che eleganti. Ecco una guida per imparare ad abbinare correttamente le scarpe da uomo. Perché nessun completo da uomo può veramente definirsi elegante senza un paio di calzature che ne esalti ricercatezza e originalità.

Seguendo questi consigli potrete raggiungere questo obbiettivo molto più facilmente.

Iniziamo dalle tre regole base.

1 – Indossare la scarpa giusta per l’occasione. Questo è l’errore più comune che vedo fare agli uomini quando si tratta di calzature. Le scarpe da corsa hanno lo scopo di aiutare i piedi ad ammortizzare il peso del tuo corpo mentre corri. Le scarpe antinfortunistiche, con la punta in acciaio, hanno lo scopo di proteggere i piedi durante il lavoro. Indossare queste scarpe al di fuori della loro funzione prescritta, risulta inappropriato. Ad ogni scarpa la sua funzione.

2 – Investire in qualità. Spendi poco, godi poco. Proverbio antico ma sempre valido, sopratutto quando si tratta di calzature. Questa non è mai una strategia vincente, in quanto le scarpe che costano poco, spesso sono realizzate con materie prime di scarsa qualità e non adatte a durare nel tempo. È possibile, invece, risparmiare nel lungo periodo, acquistando scarpe di maggiore qualità che durano per decenni.

3 – Prenditi cura delle tue scarpe. Ne abbiamo parlato nell’articolo “Il nemico più grande della tua immagine” di quanto sia importante mantenere pulite le tue scarpe. Infatti se vogliamo capire al volo con chi abbiamo a che fare, non esiste modo più veloce che guardare le calzature che indossa. Perché le scarpe di un uomo non mentono. Mai.

Ogni scarpa ha il proprio abito.

Oxford o Francesina

La scarpa Oxford è da sempre considerata il non plus ultra in termini di eleganza e formalità. È in assoluto la scarpa da uomo più formale che ci sia, dunque è quella da scegliere nel caso di cerimonie, di serate ufficiali e di occasioni particolarmente formali.

La Oxford è l’unica che puoi indossare ad esempio con uno smoking, o con altri abiti da cerimonia come il tight.

Allo stesso modo, una scarpa Oxford nera è la scelta principale da abbinare a un abito grigio scuro o blu scuro per serate formali. Le francesine nere, abbinate ad un abito, sono da sempre sinonimo di eleganza e perfette in tutte le occasioni in cui è richiesto un look rigoroso e di classe.

E a chi ancora si chiede se blu e nero possono essere indossati insieme, possiamo tranquillamente dire che, non solo si abbinano perfettamente, ma sono anche gli unici colori che non subiscono e non subiranno mai le tendenze capricciose della moda. Per chi ama il classico. Altro abbinamento interessante è l’accoppiata completo grigio scuro e scarpe da abito nere.

Derby

La derby è più informale e pratica, perfetta per le occasioni in cui si vuole sfoggiare un’eleganza non ostentata.

Inoltre è più “agile” da indossare e da abbinare, quindi si declina in molte più occasioni. Probabilmente per questa ragione molti uomini preferiscono le Derby, perché possono riutilizzarle anche in contesti più informali. Quindi magari le comprano per una cerimonia, e poi le usano normalmente per andare in ufficio in un giorno qualunque. Nove volte su dieci, anche alle cerimonie o in occasioni formali, vedrai attorno a te solo uomini che indossano le Derby. Perché è la più diffusa, anche in termini di vendite, e molto spesso è meno costosa.

Sia il modello Derby che il modello Oxford, possono essere classificate in un’altra sottocategoria, detta Brogue, qualora dovessero presentare forature e decorazioni. In realtà questi fori hanno origini molto povere in quanto, in passato, erano fatti per far defluire l’acqua che entrava nelle scarpe quando si lavoravano i campi.

In cosa si differenziano?

Semplicemente, l’allacciatura della Oxford è “chiusa”, nel senso che l’allacciatura è interrotta da una cucitura: rimuovendo i lacci, vedrai una sorta di “V”, che quando è allacciata in teoria dovrebbe scomparire. Mentre la Derby ha un’allacciatura “aperta”, come puoi vedere nella foto qui sotto.

 

 

Sempre elegante, tuttavia la Derby è sicuramente più informale, e si adatta meglio a contesti meno “ingessati”. Ad esempio con un paio di jeans, una camicia e un maglioncino di lana, oppure anche con un completo. Magari chiaro, o a quadri, e non troppo formale. Per dare un tocco raffinato a un outfit informale, una scarpa Derby è la scelta migliore.

Mocassino

I mocassini uomo sono da sempre le scarpe che meglio rispondono alle due principali esigenze del new dandy contemporaneo: comfort ed eleganza. Tipo di calzatura pensato per le mezze stagioni,  è certamente in primavera che detta maggiormente legge in fatto di stile e vari sono i motivi. Esso lascia scoperta una buona parte del piede impedendo che questo si surriscaldi. Una volta trovata la forma adatta sarà come indossare delle pantofole… non ci sono lacci da stringere o allargare, basta solo infilarle. Senza contare poi che sono il modello di scarpa più adatto a seguire le ultime tendenze in fatto di moda, come la rinuncia al calzino o la passione per il pantalone corto alla caviglia. Ma questa scarpa soddisfa anche gli uomini che dell’eleganza fanno il loro punto di forza.

Perfetti con pantaloni a gamba diritta e non troppo lunghi, in tutte le tinte, dai toni chiari o scuri, vanno benissimo anche con i bermuda. Con i jeans diritti, se lo desiderate potete tenere il jeans con un leggero risvolto verso il fondo.

Per quanto concerne le maglie, potete mettere sia le T-shirt, ma sono perfetti con le camicie a tinta unita slim-fit, le polo e i maglioncini.

Doppia fibbia

Partiamo con il nome: dall’inglese “monk shoes”, sono le scarpe del monaco in versione invernale. Ricordano i vecchi sandali con cinghie e fibbie che, un tempo, venivano usati appunto dai monaci.

Tra le scarpe classiche da uomo, le Doppia Fibbia sono forse le più eleganti in assoluto. Quelle con la suola in cuoio, infatti, possono essere sfoggiate con l’abito sia a un matrimonio, se si parla di cerimonia classica, sia nelle settimane d’ufficio. Se la suola è in gomma invernale, allora si può osare con un look più versatile, fino ad arrivare a sentirsi così casual da poter abbinare un paio di jeans alle scarpe Doppia Fibbia in versione scamosciata.

 

 

E’ un modello più formale della Derby ma meno formale della Oxford, naturalmente a seconda delle decorazioni e dei colori della tomaia.

Le velvet slippers

Si caratterizzano per essere senza allacciatura, molto scollate e con punta tonda su una forma molto allungata. Ritornate di moda sopratutto negli ultimi anni, va portata con molta disinvoltura ed in contesti eleganti ma informali.

 

 

La scarpa giusta per chi vuole dipingere il proprio look con un tocco di indiscutibile originalità.

Polacchini

Tengono fede, con piccole modifiche, tra i modelli da indossare quest’autunno. A cambiare, è solo il guardaroba che si addice loro, che si fa moderno, tecnico, ricalibrando quel loro appeal vintage. Si possono indossare durante il tempo libero con jeans dalla gamba dritta, maglioni in cashmere in tinta unita con il collo della camicia in denim che spunta, e bomber o giacche imbottite con il collo in pelliccia.

L’abbinamento perfetto è sempre con jeans chiari, e felpe o maglioni stampati. Scamosciato, perfetto nelle occasioni non formali, può essere utilizzato in diverse versioni di colore, nero escluso.

Da riservare esclusivamente ai giorni liberi.

Stivaletti

Li conosci, li hai già visti e li hai quasi sicuramente indossati, perché sono immancabili nel guardaroba maschile. Parlo dei Chelsea boots, gli stivaletti raffinati, ma non troppo, perfetti in abbinamento con un completo. Hanno parecchi anni alle spalle, ma la loro bellezza è rimasta sempre la stessa. Gli uomini li usavano per andare a cavallo, sono scarpe che arrivano al malleolo e si infilano e si tolgono velocemente, sopratutto per questo erano la scarpa ideale per i cavallerizzi.

Oggi la modalità d’uso è cambiata, ma è rimasta intatta la loro raffinatezza. Taglio chic, bande laterali elastiche comode, sono così eleganti che puoi abbinarle con qualsiasi completo.

Elegantissimi, da portare in ufficio anche sotto completi in tweed, quelli di pelle invecchiata. Da usare anche con il brutto tempo quelli con mascherina anti-pioggia a contrasto. Inserti elastici laterali, anello posteriore e suola in gomma Vibram, nessuna condizione atmosferica può scalfirli.

Nel nome della tradizione, ma con colori e volumi iper-moderni.

Ad ognuno le sue.

Se hai letto l’articolo fino a questo punto, probabilmente le scarpe sono un accessorio per te interessante. Non è per ogni uomo ma, sento che una discussione sulle calzature sarebbe incompleta senza di essa. Parliamo delle scarpe su misura.

L’acquisto di un paio di scarpe artigianali non è un’operazione da sottovalutare: potete anche comprare un vestito uomo bellissimo e di classe, ma se non gli abbinate in maniera corretta il giusto paio di calzature, rischiate un pericoloso effetto boomerang.

Tutte le scarpe erano nate in passato per essere personalizzate. Le calzature fatte in serie infatti,  sono un lusso moderno. Lo status di un uomo (molto più di oggi) è stato determinato da ciò che poteva permettersi di indossare ai sui suoi piedi. Oggi l’arte della produzione di calzature a mano si basa su un piccolo numero di artigiani sparsi in tutto il mondo.

Le scarpe artigianali sono costose perché gli artigiani moderni usano solo i migliori materiali, pochissimi di loro fanno questo tipo di lavoro ed è molto impegnativo. Che lo crediate o meno, la domanda è incredibilmente alta e le liste di attesa, da 2 a 3 anni, non sono rare.

Una volta che il processo inizia, un calzolaio su misura deve esaminare attentamente il piede. Si consulterà con te sullo stile e sul design migliori per il tuo corpo e le tue esigenze professionali.

Dopo questo, l’artigiano esegue la sua magia. Verranno accuratamente selezionati i materiali giusti, tagliato il sottopiede, preparata la parte superiore, puntata sulla suola, costruito il tallone ed infine viene rifinito il tutto con la forma finale e l’ornamento. Questo processo richiede, alla maggior parte dei calzolai, circa 10 settimane per una singola coppia. Materiali, tempo, manualità ma sopratutto amore verso il proprio lavoro e voglia di far provare al cliente un’emozione unica, giustificano pienamente un prezzo così alto.

Le calzature come questa devono essere fatte per voi…

Ogni tipo di calzatura che abbiamo discusso ha una propria storia e va abbinata all’abito giusto nell’occasione giusta. Come ho già affermato, il mio obiettivo è quello di fornire una panoramica delle opzioni che ognuno di noi ha quando acquista un paio di scarpe. Spero che questi consigli ti siano utili quando acquisterai le tue prossime calzature.

Perché ricorda, le scarpe di un uomo non mentono. Mai!

Se ti è piaciuto questo articolo, lascia la tua opinione e metti “mi piace” sulla nostra pagina Facebook tobeuncommonman.